.
Annunci online

andreamerusi


Diario


28 ottobre 2014

Pensieri e parole..e progetti..



Circa un mese fa sono tornato da una bellissima vacanza itinerante in Sicilia con Irene. Il viaggio mi ha permesso di vedere posti bellissimi e passare dolci giornate con la mia dolce metà. E' stato però anche l'occasione per ricaricare le batterie, fare progetti e fermarsi a riflettere. Perché è impossibile frenare i pensieri davanti a dei bellissimi tramonti sul mare che ti fanno sentire in pace con il mondo.

Ho pensato tanto al mio lavoro, alla fortuna di svolgere un'attività che oltre a piacermi mi stimola e che mi permette d'impegnarmi quotidianamente nei valori in cui credo: il rispetto dell'ambiente e la tutela della salute dei lavoratori. E' un lavoro in cui spesso ci si deve scontrare con la superficialità delle persone e con un vecchio modo di concepire l'attività produttiva. Ma è il lavoro giusto per chi come me ritiene che lo sviluppo sostenibile sia l'unica strada concreta che può portare ad una società più equa e rispettosa della natura. Per questo ho voglia di avviare nuovi progetti e aumentare sempre più le mie conoscenze in materia.

Ho voglia di scrivere e di continuare la stimolante esperienza con il portale ViaggiVerdi, progetto in cui credo molto. Vi anticipo che nei prossimi giorni saranno pubblicati una serie di articoli che ho scritto proprio sullo splendido viaggio in Sicilia. Vi farò venire voglia di partire! Promesso!

E sempre in tema di pubblicazioni ho in mente diverse idee per far crescere il portale www.iltaccuinodidarwin.com. Il sito d'informazione ambientale che ho fondato fra pochi mesi compierà un anno, e nel mondo di internet un anno è l'età giusta per provare a diventare grande! Anche su questo vi terrò informati.

Sta tornando la voglia di impegnarmi in politica, in quella locale. Soprattutto quando si tratta di dare una mano a persone meritevoli di coprire ruoli importanti e che intendono dare sinceramente il proprio contributo. E' il caso di Carla Mantelli, candidata consigliere regionale nelle prossime elezioni in Emilia-Romagna. Conosco Carla da anni, ho collaborato con lei da vicino, ed è una persona instancabile e coraggiosa. Che si è sempre impegnata nella scuola, per cultura e nel mondo dell'integrazione. Temi importanti che sono sicuro porterà avanti con forza se sarà eletta in regione.

Infine una nota di rammarico. Le alluvioni che purtroppo hanno colpito nei giorni scorsi diverse città del nord, tra cui la mia Parma, mi hanno riportato alla mente la serie di articoli che scrissi nel 2011 sul tema del cambiamento climatico. Quegli articoli, che cercavano di spiegare le cause e soprattutto i preoccupanti effetti del fenomeno del surriscaldamento globale, sono ancora attuali. Poco o nulla è cambiato in questi anni e se le cose sono variate lo hanno fatto in peggio. Data l'attualità dell'argomento e considerando che il giornale per cui scrivevo ha chiuso da tempo i battenti, mi è venuta la voglia di pubblicarli in un libro. Sto lavorando in questo senso, perché credo che il fenomeno del cambiamento climatico non debba mai passare in secondo piano come invece spesso accade una volta che sono passate le emergenze o i grandi appuntamenti internazionali.


2 marzo 2014

Ministero dell'Ambiente, auguri tra attese mancate e speranze



Vi riporto l'editoriale di oggi pubblicato su "il Taccuino di Darwin".

Articolo di Andrea Merusi
Pubblicato su "il Taccuino di Darwin" (www.iltaccuinodidarwin.com) - 02/03/2014

Era il 1° agosto 1986 quando venne istituito per la prima volta in Italia il Ministero dell’Ambiente. Il fatto che pochi mesi prima si era verificato il disastro nucleare di Chernobyl aveva dato maggiore significatività alla scelta di riconoscere che, anche in Italia, l'ambiente dovesse essere un bene giuridico autonomo.

A distanza di 28 anni non sembra che al Ministero dell’Ambiente sia stata data la giusta importanza. Troppi sono stati i governi che hanno visto a capo del dicastero persone prive di formazione in materia. E’ triste dover ammettere che molte volte si è avuta l’impressione che il Ministero dell’Ambiente fosse una sorta di “contentino”, un modo per distribuire poltrone.

Da queste scelte si evince che in Italia, purtroppo, la tutela dell’ambiente è vista ancora come un aspetto secondario per lo sviluppo del paese, quasi un ostacolo. Nelle nazioni del mondo più evolute l'ambiente è invece al centro delle politiche industriali ed economiche (basti pensare che la stessa Merkel è stata Ministro dell'Ambiente in Germania dal 1994 al 1998).

Fermiamoci a pensare a tutti gli aspetti che il Ministero deve gestire oggi: terra dei fuochi ed ecomafie, dissesto idrogeologico e prevenzione alluvioni, green economy e lotta al cambiamento climatico, abusivismo edilizio e perdita di aree verdi, solo per citarne alcuni. Come si fa a non dare importanza a questo ente?

L’augurio che facciamo al nuovo ministro Galletti è questo: fare in modo che con il suo lavoro il Ministero dell’Ambiente diventi determinante e rivoluzionario; il più importante in Italia.

Anche se il suo curriculum (commercialista, laureato in economia e commercio) non è esattamente quello di un esperto in materia, e la sua attività politica non si sia caratterizzata per importanti battaglie ambientali, riteniamo che non sia giusto giudicare prima di vedere i fatti, per cui rinnoviamo l’augurio e l’invito: ci stupisca Ministro!

Noi siamo qui a controllare..



26 febbraio 2014

Cos’è l’ecologia. Scopritelo su "il Taccuino di Darwin"



Il viaggio con "il Taccuino di Darwin" è iniziato e prosegue a gonfie vele. Per questo vi propongo un articolo pubblicato pochi giorni fa sul nuovo portale.

Articolo di Andrea Merusi.
Pubblicato su "il Taccuino di Darwin" - 28/01/2014 (www.iltaccuinodidarwin.com)

Nel 1866 il biologo Ernst Haeckel coniò il termine “ecologia” è lo definì “lo studio delle relazioni tra gli organismi e l’ambiente”. Nel corso degli anni molti studiosi diedero altri significati al termine, tutti però molti simili a quello proposto da Haeckel poiché si basavano su quattro parole chiave: studio, relazioni, organismi e ambiente. In generale, quindi, tutti gli studi che approfondiscono le interazioni tra gli esseri viventi e l’ambiente circostante, rientrano in quella grande disciplina scientifica chiamata appunto “ecologia”. Esiste infatti l’ecologia delle acque interne che si occupa degli ecosistemi di acque dolci, l’ecologia del paesaggio in cui si analizzano i cambiamenti della struttura di un certo territorio, l’ecologia degli ambienti marini che studia gli ecosistemi acquatici, e così via. Esiste anche l’ecologia urbana, quella che approfondisce le relazioni tra l’uomo e l’ambiente. Dalla consapevolezza di come l’uomo modifica il suo ecosistema è infatti possibile prevedere le sue dinamiche di sviluppo e quindi, in alcuni casi, è anche possibile prevenire o risolvere problemi ambientali come quelli dovuti al sovra-sfruttamento delle risorse naturali, come il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità. E’ per questo motivo che nasce oggi questa rubrica, lo scopo è quello d’informare e fare riflettere i lettori su come noi tutti stiamo modificando il nostro “habitat”, per prendere coscienza di alcuni problemi a cui stiamo andando incontro e magari intravedere delle possibili soluzioni. L’idea è quella di analizzare i problemi generali e vedere in che misura questi interessano la nostra vita quotidiana e quindi anche la nostra città. Parleremo di acqua, aria, suolo, clima, energia, animali, ecc…Vi proporrò settimanalmente qualche spunto di riflessione sperando che dai lettori interessati possano nascere delle riflessioni e magari, dei veri e propri dibattiti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ecologia il taccuino di darwin

permalink | inviato da Andrea Merusi il 26/2/2014 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 febbraio 2014

il Taccuino di Darwin è on-line!



Cari lettori, è ufficialmente on line il portale "il Taccuino di Darwin", potete visitarlo collegandosi al sito www.iltaccuinodidarwin.com.
Per capire meglio di cosa si tratta vi rimando all'editoriale di presentazione del progetto.

Perché iniziare un nuovo taccuino?

Il naturalista Charles Robert Darwin era solito annotare su un taccuino impressioni, opinioni o semplici appunti di viaggio derivanti dalle sue lunghe esplorazioni in giro per il mondo. Come tutti sanno Darwin ha dato un grande contributo alla ricerca scientifica soprattutto nel formulare la teoria dell’evoluzione. Scoperta rivoluzionaria nata proprio a seguito del famoso viaggio, durato 5 anni, sul brigantino Beagle con cui approdò sulle isole dell’arcipelago delle Galapagos. La teoria dell’evoluzione fu pubblicata, non senza difficoltà, nel 1859 nel famoso libro On the Origin of Species (L’Origine delle Specie).
In realtà Darwin ha dato un grande contributo non solo alla scienza ma a tantissime altre discipline. Scrive giustamente Paolo Costa nell’introduzione del libro “Charles Darwin, viaggio di un naturalista intorno al mondo”, Darwin interessa a tutti. Non solo, com’è ovvio, ai biologi, ma forse persino di più a filosofi, letterati, storici di ogni risma, psicologi, geologi, antropologi, teologi, romanzieri.
E ancora: Darwin ha inventato il “viaggio scientifico”, un’avventura imperniata anzitutto sull’osservazione, sulla capacità di guardare il mondo con atteggiamento al contempo appassionato e distaccato, curioso ma non ingenuo. Il viaggio scientifico è anche inevitabilmente un esercizio di riflessività.
Ecco quindi il perché di questo blog, di questo taccuino. Perché con oggi inizia un viaggio alla scoperta del mondo e delle persone. Sul “Taccuino di Darwin” troveranno spazio articoli scientifici e altri legati alle tematiche ambientali; ma anche riflessioni su società, politica e cultura a 360°. Segneremo sul taccuino tutti gli appuntamenti e le iniziative che riterremo utili ed interessanti. Questo taccuino sarà un aggregatore di notizie, approfondimenti, riflessioni e opinioni.
A questo viaggio può partecipare chiunque semplicemente seguendo questo blog o attivamente suggerendo articoli o segnalandone altri. I contatti li trovate nell’apposita pagina.
Chiunque può salire, usando l’immaginazione, su questo Beagle e chiunque può scendere, liberamente, quando vuole.
Detto questo non posso far altro che preparare le ultime cose e augurarvi un buon viaggio.

Parma, 27 dicembre 2013

Andrea Merusi

sfoglia     agosto        novembre
 
 




COSE VARIE

Indice ultime cose

RUBRICHE

diario
Mi presento
Ambiente
Politica
Articoli
Società
Appuntamenti
Scrivimi
Libri
Musica

LINK

il Taccuino di Darwin
ViaggiVerdi
Emergency
Amnesty Italia
Emiliafilosofica
La Voce Arancione. Blog di Matteo Cazzulani
Soft Revolution
Coconutisland. Blog di Caterina Bonetti
Kabaré Voltaire
InfoPo
Kairòs Studio
Terramacchina
Greenreport
La Nuova Ecologia
Legambiente
Impatto Zero Lifegate
Articoltura
Centro Ricerche "Mauro Baschirotto"
Nando dalla Chiesa
Libera
Stampo Antimafioso
Itineraria Compagnia Teatrale
Associazione Giovanile Icaro
PD Parma
Voci e Versi. Blog di Laura Rossi Martelli
Arte e Disegno. Sito di Fabio Cavatorta
Arte e Pittura. Blog di Alessia Ferrari
Alessandro Ingegno


CERCA


il Taccuino di Darwin


ViaggiVerdi


InfoPo


"Due Storie"
Per acquistare il libro clicca qui

Ispra
blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Qualora si ritenga che le informazioni contenute nei post siano errate o lesive nei confronti di terzi lo si comunichi all’autore del blog che rettificherà e modificherà laddove necessario.