Blog: http://andreamerusi.ilcannocchiale.it

Musica, emozioni e riflessioni con i Kabaré Voltaire



Bravissimi i Kabaré Voltaire! Sia come musicisti, sia come attori, soprattutto il frontman della band Andrea Bersellini. Li seguo da anni e mi sono sempre piaciuti, ma ieri a Traversetolo, con lo spettacolo-concerto "Potrebbe Piovere", mi hanno davvero emozionato.

I testi della rappresentazione teatrale, come quelli delle canzoni, sono il pezzo forte dello spettacolo. Testi a volte ironici e a volte profondi che creano tra il pubblico un'alternanza di risate e pensieri. Lo spettacolo tocca argomenti impegnativi e spazia dall'economia all'immigrazione, dalla superficialità dei rapporti umani alla dipendenza da alcol e giochi d'azzardo.

"Potrebbe piovere" fa riflettere, fa sorridere ma riflettere. 

I Kabaré Voltaire prendono il nome da un locale di Zurigo che durante la prima guerra mondiale era il punto di ritrovo di artisti, poeti e pittori, scappati dalle armi. Sono attivi dal 2002 e nel corso degli anni hanno sempre più affinato la forma del teatro-concerto. Quella che più li rappresenta data la loro capacità di coinvolgere il pubblico. I due cd all'attivo, i due spettacoli teatrali e i numerosi riconoscimenti, fanno della band una delle più importanti e longeve di Parma. La loro musica la definirei cantautoriale con influenze folk-rock, ma non è semplice, e forse nemmeno corretto, identificarli con un tradizionale genere.

Credo sia più corretto definire i Kabaré Voltaire come un gruppo creativo, coinvolgente, impegnato e imprevedibile.

Per ulteriori approfondimenti vi rimando al loro sito e al loro blog che potete trovare all'indirizzo: www.kabarevoltaire.it . Si sono inoltre aggiudicati un posto nei link di questo blog!


Pubblicato il 21/6/2014 alle 15.37 nella rubrica Musica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web